Entra in contatto:

Pensieri Ovali

L'Eurugby senza Parma

L'Eurugby senza Parma

Quest’oggi sono stati effettuati i sorteggi dei gironi di Amlin Challenge Cup. Lo si sapeva dall’esito del campionato, ma non aver letto nei gironi il nome di una di Parma è stato un tuffo al cuore. Niente Stade Français, o i rumeni, o Grenoble, o Gloucester o … Dodici stagioni. Dodici stagioni dopo la prima apparizione in una competizione europea (Parker Pen, Shield, Challenge Cup, Heineken Cup a seconda dei campionati e dei risultati nelle stesse competizioni europee) Parma, città europea dello sport 2011, in Europa non c’è. E pensare che per metà di quelle dodici, di squadre Parma ne presentò addirittura due. Lo ricordai presentando la prima dell’era Crociati in quanto coincidenza curiosa: la prima partita parmigiana in Europa fu il 7 ottobre 2000 al Lanfranchi (Rugby Parma – La Rochelle 6-30). Allora il duo Frati-Larini esordì in campo, due stagioni fa alla guida tecnica. C’era gente come Golfetti, “Giangi” Pulli, Perziano (il meno famoso Leonardo), Pace, Piovan ed il compianto Pedroni. E chi c’era tra gli avversari? Tino Paoletti. Ne è passata di acqua sotto i ponti … Ora siamo in secca. Per quanto ancora? Si stancheranno prima inglesi e francesi di noi italiani costringendo l’Erc a bannarci, rendendo quindi vano un eventuale raggiungimento di playoff/finale, o sarà Parma non in grado di esprimere un potenziale tale per il raggiungimento dell’obiettivo? Parma ha perso qualche treno negli ultimi anni e la crisi economica … ha attanagliato anche gli altri.
C’est la vie, ci sono le Zebre. Ma non è la stessa cosa.

Commenti
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Pensieri Ovali