Entra in contatto:
tiro vincente di Davide Fagioli in Pontenurese Il Cervo 0 1 5a giornata Promozione 2023 2024

Promozione gir. A

FOCUS Promozione: Carignano sulle ali del “Dea”. Cervo e Sala, che colpi!

Foto: Alberto Porti

FOCUS Promozione: Carignano sulle ali del “Dea”. Cervo e Sala, che colpi!

Si conclude il quinto turno del campionato di Promozione, sorridente alle squadre di Parma che nel tabellino finale rimediano 4 vittorie e 2 sconfitte, di cui una nel derby interno tra Futura Fornovo Medesano e Noceto. Giornata ricca di gol, con ben 4 nostrane capaci di segnarne almeno 2 nella propria partita (fanno eccezione Il Cervo, vincente per 1-0, e il Felino che viene sconfitto restando a reti bianche).

Apre le danze Pontenurese-Il Cervo, con i neroverdi che riescono a espugnare il campo nemico e inguaiare ulteriormente i piacentini, protagonisti di un pessimo inizio di stagione. Prima vittoria per i collecchiesi, ora a quota 5 punti in classifica, che sbloccano la gara nella seconda frazione di gioco grazie alla terza rete consecutiva di Fagioli. È bravo Giuffrida a trovare il compagno con il cross che batte al volo e trova il vantaggio ospite al minuto 76. Con 3 dei 4 gol messi a referto finora dal Cervo, il centrocampista classe 2003 risulta essere il miglior marcatore della squadra, e mette così la firma sui primi importantissimi 3 punti per i ragazzi di mister Fava. Un’altra buona notizia arriva dal pacchetto arretrato, rimasto imbattuto per la prima volta in campionato anche grazie alle parate di Oppici, bravo a stoppare le speranze biancoazzurre prima con l’intervento su Burgazzoli alla metà del primo tempo e soprattutto nel finale di partita, quando nega a Bakraoui il gol che sarebbe valso il pareggio. Al 90′ è nuovamente Fagioli a tentare la via della rete ma il suo tiro diagonale si infrange sulla traversa, negandogli la gioia della doppietta personale. Poco male per il Cervo che può finalmente sorridere e prova a rimescolare le carte in tavola nel gruppetto di fondo.

Derby al cardiopalma tra Futura Fornovo Medesano e Noceto, con tanti capovolgimenti di fronte e azioni continue a testimoniare la voglia di riscatto delle due formazioni, entrambe con i propri motivi per rilanciarsi. Match frizzante fin dai primi minuti, in cui sono gli ospiti ad avvicinarsi maggiormente al gol grazie a Sipone che colpisce la traversa dopo una leggera deviazione. Ci provano varie volte, nel corso del primo tempo, il numero 11 gialloblù e Traore per i padroni di casa, ma è Marcheselli – subentrato da 60″ all’infortunato Pasini – a trovare il colpo vincente al 45′ con un colpo di testa sul cross di Cazzato al primo pallone toccato; il gol allo scadete manda così nello spogliatoio i nocetani in vantaggio. Al rientro partono molto forte i ragazzi di mister Piscina, che trovano varie punizioni dal limite dell’area grazie al lavoro intelligente di Landini, che con il fisico gestisce molto bene la marcatura di Cazzato, costringendolo al fallo in più occasioni. Ci prova due volte Traore, chiamando alla gran parata Carrara, ma al terzo tentativo calcia Bernardini che insacca alla destra del portiere. Girandola di cambi per le due squadre ed è proprio il subentrato Perlaza Hurtado a trovare il giusto spunto: doppio passo fulmineo in area che gli consente di guadagnare il calcio di rigore battuto e segnato, al 31′, da Sarr, al gol numero 4 in campionato. FFM ancora costretta a inseguire, ed p nuovamente Landini a giungere in soccorso della squadra di casa, grazie a una gestione della palla spalle alla porta eccezionale nei 90 minuti: il capitano del Noceto, Cazzato, lo abbatte per l’ennesima volta ma questa in area e così si presenta lo stesso Landini dagli undici metri a spiazzare Carrara e riportare in parità il punteggio. Riacciuffato il secondo pari di giornata, la Futura Fornovo Medesano trova il gol-vittoria al minuto 89′ con Traore, che sgasa sulla sinistra lasciando sul posto Leoni e batte rasoterra sul primo palo l’estremo difensore nocetano. Ospiti furibondi con l’arbitro Leotta di Bologna che nell’occasione non aveva fermato l’azione per consentire i soccorsi a Galvani, che era stato abbattuta da una pallonata in volto. Prima vittoria in casa per i ragazzi di mister Piscina, che si portano così a 8 punti in classifica mentre sprofonda il Noceto, alla terza sconfitta consecutiva e stazionario a quota 4 dalla seconda giornata.

Cade in casa il Felino, che prosegue nella sua striscia negativa davanti ai propri tifosi e non si schioda dai 7 punti, mentre si conferma infallibile la Castellana Fontana nelle partite esterne, con tre vittorie in altrettante gare giocate lontane dal “Soresi”. A piegare i rossoblù è il gol di Domenichetti, arrivato al 26′ del secondo tempo e determinante nel risultato finale. I padroni di casa ricadono nelle proprie insicurezze e vengono raggiunti dai cugini del Real Sala Baganza, dopo la prima sconfitta nel campionato di Promozione con il Castellana Fontana, alla terza sfida assoluta con i rossoblù di Piacenza.

Vittoria di carattere per il Carignano, che conferma lo status di fortezza del suo campo, dove ha conquistato 7 punti dei 9 disponibili e ha mantenuto la porta inviolata in due occasioni. La neopromossa Sammartinese, infatti, non è riuscita a trovare la via del gol, nonostante vantasse il secondo attacco del campionato alla vigilia della partita, a conferma della solidità dei giallorossi nella fase difensiva. A garantire la vittoria a mister Soldi e ai suoi è stato il difensore De Angelis, autore di una doppietta memorabile nei primi 45 minuti (15′ e 38′): due acuti che hanno di fatto permesso di affrontare il secondo tempo con relativa tranquillità, benché dal 32′ gli animi si fossero già accesi per entrambe le squadre, rimaste in dieci uomini, complici le espulsioni di Ferretti per i parmigiani e Salsi per i neroverdi. Curiosità: Ferretti e Salsi erano rispettivamente il giocatore più anziano (classe ’83) e il più giovane (’05) dei 22 entrati in campo fin dall’inizio.
Il Carignano si porta quindi a 10 punti e prosegue il suo ottimo campionato portandosi a ridosso del duo di testa, formato da Gotico Garibaldina e Alsenese a quota 12.

Dulcis in fundo la clamorosa vittoria strappata in casa dal Real Sala Baganza propio contro la capolista Gotico Garibaldina, alla prima sconfitta e ai primi gol incassati dopo 4 partite col clean sheet. Nel primo tempo si presenta Zanaboni a bussare alla porta di Dessena ma respinge alla grande il numero 1 salese e si rifà trovare pronto sulla ribattuta di Visconti. Al 43′ passa inaspettatamente avanti il Real Sala, grazie a una sponda area di Pellacini su punizione, battuta in mezza da Anastasia in mezzo, su cui Tommasini si avventa e insacca alle spalle di Terenzio. Non finiscono qua le gesta da eroe di giornata per il numero 10 di casa, che solamente tre minuti dopo raddoppia con una zampata felina su assist nuovamente di Pellacini (da cross in questo caso) e permette alla sua squadra di terminare il primo tempo in doppio vantaggio. Dopo l’intervallo prova ad alzare il forcing il Gotico ma è ancora Dessena a superarsi e compiere un miracolo per opporsi ad un tentativo di Zanaboni, con una gran parata di piede per negare il gol al 9 biancorosso. Restano in inferiorità gli ospiti per l’espulsione del difensore centrale Mavrov, prima di tentare l’assalto finale per cercare il pareggio. Al 45′ Spotti prova a riaprire la partita siglando il gol del 2-1 ma non è abbastanza: il Gotico subisce così il primo stop stagionale, mentre per il Real Sala si tratta di una vittoria di grandissimo prestigio, utile a rilanciare i gialloblù in classifica, adesso a 7 punti.

 

(In copertina, tiro vincente di Davide Fagioli in Pontenurese-Il Cervo 0-1 – Foto: Alberto Porti)
Commenti
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Promozione gir. A