Entra in contatto:
IMG 20160827 WA00381

Parma Calcio

Il viaggio di Corapi, il nuovo idolo della curva

Il viaggio di Corapi, il nuovo idolo della curva

La seconda vita di Francesco Corapi (31 anni) in maglia crociata ha preso il volo ieri sera, quando nella ripresa mister D’Aversa ha deciso di sostituirlo con Scozzarella; applausi scroscianti, partiti delle tribune del Tardini, pochi metri prima di varcare la linea di fondo campo e sedersi in panchina. Subito dopo il coro a sorpresa “Ciccio, Ciccio, Ciccio, …” intonato spontaneamente dalla curva nord, a sigillare ancora di più un legame affettivo tra il centrocampista calabrese e la tifoseria crociata che, come ai tempi di Bolano, si è sempre esaltata nel vedere giocatori con le loro caratteristiche, cioè ardore, grinta e predisposizione alla battaglia. Quello che ha fatto vedere ieri in campo Ciccio Corapi, il quale mordeva le caviglie di chiunque transitasse dalle sue parti, anche se – a dire il vero – non è stata una delle sue migliori partite del ciclo parmigiano. Ciclo iniziato nell’era Apolloni e passato attraverso una imponente cavalcata nel campionato di serie D. Fino ad arrivare alla stagione attuale, tra alti e bassi e qualche panchina di troppo (come vice Scozzarella), che ha digerito a denti stretti.
Fatto sta che ieri il suo atteggiamento in campo ha infiammato un’intera curva (e non solo) che, come accade un po’ in tutta Italia, è restia a intonare cori verso i singoli giocatori.
La passione e la stima reciproca (Corapi-tifosi) fanno cadere ogni ostacolo e incoronano un giocatore, proprio nel giorno in cui si “celebra” l’ultima partita ufficiale di Lucarelli al Tardini.
Se il futuro del capitano è quasi certo (appenderà le scarpe al chiodo), il futuro di Corapi (contratto in scadenza) non è ancora scritto, in attesa che sul fronte societario arrivino delle schiarite e si possa iniziare a parlare di progetto tecnico per la prossima stagione.

Commenti
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Parma Calcio