Entra in contatto:
collecchiocorse 2023 12 13

Motori

Collecchio Corse: un Oppici da lustrarsi gli occhi al Fettunta

Foto: Mario Leonelli

Collecchio Corse: un Oppici da lustrarsi gli occhi al Fettunta

Collecchio Corse congeda il 2023 con un altro fine settimana da protagonista, in particolar modo in un Rally della Fettunta che ha visto scendere in campo un Fabio Oppici in forma smagliante, in grado di mettere in piazza un passo inavvicinabile, con la sua Peugeot 106 Rallye gruppo N, per la concorrenza del produzione targato millesei.

Leader indiscusso della classe N2, dal primo all’ultimo metro di un Sabato e di una Domenica resi insidiosi per le condizioni viscide del fondo, il pilota di Felegara di Medesano, affiancato nell’occasione da Alessandro Forni, prendeva ben presto anche il comando delle operazioni nella generale di gruppo RC5N, salendo in cattedra dal tratto cronometrato numero tre.
Notevole anche la progressione in chiave assoluta con il portacolori della scuderia di Felino che passava dalla ventiquattresima posizione della prima “Sambuca” alla diciassettesima dell’ultima “Cortine”, riscattando al meglio una stagione che gli ha riservato qualche sgambetto di troppo.

“Abbiamo chiuso l’annata con un risultato più che positivo – racconta Oppici – anche perché questo è maturato in una gara caratterizzata da prove veloci e molto scivolose. Cambi di fondo continui con il grip che andava e veniva, senza riuscire a prevederlo. Il freddo, le temperature basse ed il fango hanno fatto il resto. Abbiamo messo dietro tante macchine grosse, con la nostra piccola 106, e non potevamo fare di più, altrimenti saremmo volati via. Abbiamo sempre corso con la testa, mantenendo un margine di sicurezza, e siamo riusciti a battere l’agguerrita concorrenza locale. Grazie a tutti i partners, alla Collecchio Corse ed a Gianmaria Coti. Quest’ultimo, nostro meccanico di fiducia, ci segue da due anni e ci ha messo sempre in condizione di essere competitivi. Ora arrivano le vacanze ma stiamo già pensando al 2024”.

Trasferta sotto le aspettative al Castelletto Circuit per Fausto Castagnoli, in occasione di un Pavia Rally Circuit dal quale la seconda freccia dell’arco emiliano attendeva di più.
Il pilota di Parma, in gara con una Volkswagen Polo R5 messa a disposizione da Pool Racing e condivisa con Enrico Bracchi, ha patito troppo spesso l’errata scelta di coperture, senza riuscire mai ad essere incisivo ed a sfruttare un potenziale già notato in altri contesti nel corso del 2023. Il ventunesimo di classe R5 – Rally2, il ventiduesimo di gruppo RC2N ed il ventitreesimo assoluto non possono essere accolti come piazzamenti positivi per archiviare l’annata.

“Non è andata come ce l’aspettavamo a Castelletto – racconta Castagnoli – perché ho fatto delle scelte errate di gomme e me ne assumo la responsabilità. Due prove su sei sono state accettabili, avendo azzeccato la mescola, ma era anche la prima volta che correvamo in questo circuito e ci sta che non eravamo preparati sulle condizioni del fondo. L’auto è stata perfetta, non ha mai avuto problemi, ed il team è sempre stato all’altezza, assecondando ogni richiesta fatta. Non ci possiamo lamentare ma chiudiamo l’annata con un risultato che non ci soddisfa. Restano comunque le belle prestazioni fatte nel corso della stagione. Grazie alla Pool Racing, alla Collecchio Corse, a tutti i nostri partners ed in particolare al mio navigatore Enrico”.

 

(Nella foto di Mario Leonelli, Fabio Oppici in azione nel Rally della Fettunta 2023)
Commenti
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Motori