Entra in contatto:
P3130054 366388158

Ciclismo

Ciclismo: il milanese Nizzolo si aggiudica il F.lli Gandolfi di Marzolara

Ciclismo: il milanese Nizzolo si aggiudica il F.lli Gandolfi di Marzolara

Pronostico rispettato al Trofeo F.lli Gandolfi di Marzolara chiuso dal tris consecutivo della Trevigiani-Dynamon-Bottoli con la volata vincente di Giacomo Nizzolo.

Il velocista milanese, 21 anni compiuti lo scorso 30 gennaio, ha vinto la gara organizzata dal G.S. Parmense percorrendo i 126,600 km in 2h55’ alla media di 43,406 km/h. Dietro di lui si sono piazzati Davide Gomirato della Zalf (uno dei favoriti alla partenza) e Matteo Pelucchi, anche lui della Trevigiani. Solo 5° Andrea Guardini della Casati-Ngc, un altro dei papabili alla vittoria finale, mentre da segnalare un ottimo ed incoraggiante 10° posto di Mirco Maestri reggiano della Podenzano, 18 anni ed ex Team Airone Parma fino allo scorso anno.

Nizzolo è già alla seconda affermazione stagionale in 7 giorni dopo aver conquistato domenica scorsa il Gp Ceda in provincia di Treviso ed allora come oggi è stato fondamentale tutto l’aiuto della sua squadra che gli ha preparato il terreno per dominare abbastanza agevolmente la volata finale. La gara, iniziata intorno alle 10 e con 149 partenti, si è sviluppata in un contesto paesaggistico suggestivo grazie alla copiosa nevicata di martedì notte che ha poi portato sponde bianche alte un metro quasi a creare un circuito ovattato dal resto del mondo.
La cronaca, però, è presto fatta. Fino all’inizio del 4° dei 6 giri previsti tentativo di fuga per 4 uomini, tra cui Federico Savasi della Parmense, con il gruppo che li tiene a bagnomaria a circa 30”-40”. Poi è la volta di un altro padrone di casa, il russo Denis Farkhutdinov della Parmense a metà 4° giro e di Luca Dodi della Podenzano che al 5° giro apre il gas nella speranza di portare via un gruppettino, ma il gruppo lascia loro poco spazio. Gli squadroni a quel punto non mollano più, non si riesce più ad evadere, si comincia a fare a sportellate per stare davanti ed il finale di gara è storia nota con la Trevigiani-Bottoli che lancia una lunga volata vincente.

A fine corsa, Giacomo Nizzolo, che oltretutto ha parenti stretti da parte di madre a Riviano di Varano Melegari, ha ringraziato tutti i suoi compagni: ”Ottimo lavoro. Eravamo i più marcati ma siamo stati attenti a non far scappare nessuno. Negli ultimi 2 km poi ci siamo messi in testa e mi hanno pilotato per una volata perfetta. Pensare che dopo i primi piazzamenti di inizio stagione ci criticavano già, ma la stagione è lunga ed è comunque partita bene”. L’anno scorso Nizzolo vinse 12 gare che lo proiettarono nell’orbita azzurra: ”Quest’anno – prosegue il velocista – mi piace molto l’Europeo in Turchia, adatto alle mie caratteristiche, ma se dovessi continuare bene come ora un pensiero australiano per andare al Mondiale ce lo farei certamente”. La prima gara dell’anno in provincia va in archivio con una curiosità: è stata vinta nel segno della Bottoli, squadra che l’anno scorso con Filippo Baggio, ora prof alla Ceramiche Flaminia, vinse in ottobre a Basilicagoiano il Trofeo Consigli, ultima corsa in territorio parmense.

Ordine d’arrivo

1-Giacomo Nizzolo (Trevigiani-Dynamon-Bottoli) in 2h55’

2-Davide Gomirato (Zalf Desiree Fior) s.t.

3-Matteo Pelucchi (Trevigiani-Dynamon-Bottoli) s.t.

4-Andrea Zanetti (Made Tamburini) s.t.

5-Andrea Guardini (Casati-Ngc) s.t.

6-Fabio Tommasini (Reda Mokador) s.t.

7-Edoardo Costanzi (Zalf Desiree Fior) s.t.

8-Diego Florio (Team Palazzago) s.t.

9-Antonio Viola (Petroli Firenze) s.t.

10-Mirco Maestri (Podenzano) s.t.

Commenti
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Ciclismo