Entra in contatto:
Paci Dellafiore 100350394

Calcio Serie A

Parma in vantaggio per 85 minuti, il Bari pareggia nel finale. Finisce 1-1

Parma in vantaggio per 85 minuti, il Bari pareggia nel finale. Finisce 1-1

BARI. Un tempo e un punto a testa. Bari e Parma si accontentano di un pareggio che come succede in queste situazioni lascia un pizzico di rammarico.

L’1-1 finale premia il coraggio dei crociati nel primo tempo, ma boccia l’atteggiamento troppo difensivo nella ripresa. I gol sono stati messi a segno da Zenoni (grazie ad una deviazione di Belmonte) e A.Masiello, un pareggio che consente al parma di rimanere imbattuto nelle sfide in serie A allo stadio San Nicola. Per Crespo e soci è l’ottavo punto in quattro partite. Una bella risposta dopo il periodo di crisi di inizio anno. Al bilancio della partita manca un calcio di rigore non visto dall’arbitro Guida, per una chiara spinta di A.Masiello su l’ex Lanzafame.
Guidoli si presenta con un 3-4-3 anomalo, con Antonelli e Castellini che continuamente alzano e abbassano il proprio baricentro, trasformando il modulo in un classico 4-4-2, soprattutto in fase di non possesso palla. Ventura invece non cambia sistema di gioco malgrado le assenze siano tante: 4-4-2 con i due esterni molto offensivi, seppur in giornata no. La partita si sviluppa sulle fasce, il gioco preferito dei pugliesi, ma è Guidolin a vincere il confronto, grazie ad una tattica e a movimenti perfetti, che in più occasioni hanno sorpreso Bonucci e soci. Nel primo tempo Gillet compie tre miracoli. Il gol del vantaggio è il giusto premio. La partita cambia radicalmente il proprio copione nel secondo tempo quando il parma commette l’errore di indietreggiare troppo e di lasciare spazi agli esterni del Bari; complici anche le sostituzioni di Guidolin (fuori Crespo, Jimenez e Lanzafame, dentro Biabiany, Lunardini e Paci) che ha tolto peso all’attacco e regalato coraggio all’avversario, capace di colpire anche due pali.

Primo tempo

5’ Angolo di Jimenez sul secondo palo, colpo di testa di Zaccardo, Gillet para con un volo plastico.
6’ Rasoterra da 30 metri di Meggiorini che non trova impreparato Pavarini.
8’ Dellafiore si fa anticipare da Meggiorini all’interno dell’area di rigore, l’attaccante scuola Inter calcia di destro ma colpisce il palo esterno.
16’ Il Parma protesta per una presunta spinta in area di rigore di A.Masiello su Lanzafame. Per l’arbitro è tutto regolare.
18’ Valiani serve Jimenez al limite dell’area, il cileno si libera di un avversario e calcia in porta; il tiro è angolato ma Gillet ha i riflessi pronti e respinge con un tuffo sulla sua destra.
24’ Gran sinistro dal limite di Lanzafame che trova ancora una volta i guanti di Gillet, bravo a respingere dopo un felino scatto di reni.
31’ Castillo controlla un buon pallone sul lato corto dell’area di rigore ed è lesto a servire al centro Meggiorini, il quale spalle alla porta tenta una spettacolare rovesciata. Pallone alto sopra la traversa.
35’ Punizione di Jimenez, Valiani è libero sulla fascia destra e crossa al centro, Crespo anticipa tutti con un perentorio colpo di testa che termina fuori di poco.
36’ GOL PARMA. Crespo serve in profondità Zenoni che entra in area di rigore indisturbato e calcia di destro, la traiettoria del pallone viene deviata da Belmonte a pochi passi dalla linea di porta, Gillet è battuto. Un gol fortunoso ma meritato perché i gialloblù sono padroni del campo.

Secondo tempo

8’ il Bari spinge con più convinzione rispetto al primo tempo, ma la difesa del Parma è attenta e ben disposta in campo.
13’ Alvarez affonda sulla destra e crossa al centro per Kamata che colpisce di testa ma in modo scardinato. Palla sopra la traversa.
21’ Punizione da 25 metri di Almiron che si spegne sopra la traversa.
27’ Angolo di Lanzafame, colpo di testa di Lucarelli al limite dell’area piccola, ma il pallone schizza e sorvola la traversa.
28’ Cross dalla destra di Alvarez, Castillo salta più alto di Lucarelli e colpisce verso la porta; mira imprecisa.
29’ Meggiorini percorre 15 metri palla al piede (Valiani è in ritardo) poi calcia un tiro forte che batte Pavarini ma si stampa sulla traversa.
33’ Punizione dal limite di Meggiorini; un rasoterra forte che fa la barba al palo sinistro. Il Bari continua ad attaccare, mentre il Parma ha abbassato il proprio baricentro e rischia molto.
40’ GOL BARI. Imperiosa discesa palla al piede di A.Masiello che triangola con Kamata e poi a tu per tu con Pavarini non sbaglia. 1-1.

Osvaldo Longo

BARI – PARMA 1 – 1
Marcatori: pt 36’ Zenoni; st 40’ A.Masiello.

BARI (4-4-2): Gillet; Belmonte, A.Masiello, Bonucci, S.Masiello; Alvarez (35’ st Sforzini), Gazzi, Donati (14’ st Almiron), Allegretti (1’ st Kamata); Meggiorini, Castillo.
A disposizione: Padelli, Stellini, Koman, Parisi. All. Ventura

PARMA (4-4-2): Pavarini; Zaccardo, Dellafiore, Lucarelli, Castellini; Zenoni, Valiani, Jimenez (23’ st Lunardini), Antonelli; Lanzafame (35’ st Paci), Crespo (12’ st Biabiany).
A disposizione: Mirante, Gigli, Galloppa, Pasi. All. Guidolin

Arbitro: Guida di Torre Annunziata
Note: pomeriggio soleggiato, terreno in buone condizioni. Spettaroi 10mila circa. Ammoniti: Allegretti, A.Masiello, Zenoni, Dellafiore e Valiani per gioco falloso, Pavarini per comportamento non regolamentare. Angoli 7-1 per il Bari. Recupero: pt 1’, st 4’.

Commenti
Pubblicità
Pubblicità
Pubblicità

Altri articoli in Calcio Serie A